4 Consigli (con statistiche) per scrivere contenuti Mobile Friendly

4 Consigli (con statistiche) per scrivere contenuti Mobile Friendly

Da questa ricerca condotta da Pollfish scopriamo che per il 65% delle persone lo smartphone è lo strumento con cui si accede più spesso ad internet.

Se a ciò uniamo il Mobilegeddon di Google del 2015 non abbiamo scampo: blogger e web copy sono ormai obbligati a dover scrivere testi web ottimizzati per i dispositivi mobile.

Ma cosa significa “ottimizzati per dispositivi mobile”? Quali tecniche possono aiutarti ad attirare l’attenzione del lettore via smartphone?

Ecco 4 accorgimenti da tenere in considerazione.

1. Il titolo è sempre più importante

mobile web copy

Il titolo è sempre stato importante e nella rivoluzione mobile lo è ancor di più: per il 61% degli intervistati è lo spartitraffico tra un articolo interessante e non.

Concentrati sulla scrittura di un titolo accattivante e ti assicurerai l’interesse del “navigatore mobile”.

→ A proposito di titoli efficaci, spero potrà esserti utile questo post sulla scrittura di titoli persuasivi.

2. Semplice è meglio

Il 48% degli intervistati afferma di leggere ovunque e in ogni momento della giornata.

questionario pollfish

Dato che il lettore non segue una routine di lettura non possiamo sapere in quale contesto legge: la sera stravaccato nel letto? Nel chiasso dei mezzi pubblici? Nella pausa lavoro?

Di contro, è certo che non abbiamo molto tempo per conquistare la sua attenzione: il 36% dei lettori da smartphone dedica meno di 30 minuti al giorno alla lettura di blog post.

mobile web copy

 

Ricapitolando: non sappiamo in quale contesto il nostro lettore leggerà i contenuti e che ci sono migliaia di articoli che competeranno per, in media, mezz’ora di lettura al giorno.

Quindi quali tecniche di scrittura usare per differenziarci in un ambiente così incerto e competitivo?

  • usa intestazioni e suddivisioni in paragrafi: aiuterà il lettore a scannerizzare velocemente il contenuto e a valutarne l’interesse.
  • semplifica i selling point: meno testo, più elenchi puntati e frasi brevi. Aiutano la leggibilità degli argomenti di vendita e, di conseguenza, la probabilità che non passino inosservati.
  • usa immagini pertinenti al messaggio: l’immagine rinforza il testo e ne aumenta la leggibilità.
  • KISS* (Keep It Simple, and Stupid): evita le forme passive, privilegia strutture semplici, intervalla periodi brevi a periodi lunghi, usa un dizionario pertinente al tuo target e privilegia il significato alla grammatica.

3. I contenuti lunghi performano meglio di quelli corti

Il paragrafo precedente e il KISS ci spingerebbero a pensare che i contenuti brevi siano più efficaci. Ma non è sempre così.

lunghezza contenuti

Questo contenuto di Buzzfeed, ad esempio, supera le 6,000 parole e il 47% dei suoi lettori sono arrivati dagli smartphone. E ancora, in questo post, Neil Patel conferma che blog post e landing page lunghe convertono di più, si posizionano meglio nei motori di ricerca e sono più efficaci nelle campagne di marketing.

Insomma i contenuti lunghi sembrano offrire un’ottima esperienza all’utente anche via mobile, a patto che ogni frase sia accattivante e in grado di tenere incollato al testo il lettore.

Come farlo? In due modi:

  • mantieni sempre la promessa fatta nel titolo, senza divagare
  • dai valore ad ogni frase ed elimina il superfluo: ispira, sii utile, diverti, aiuta. Se una frase non raggiunge questi 4 obbiettivi, cancellala.

4. Ricorda perché le persone condividono i contenuti nei social

mobile webcopy

Le persone condividono i contenuti nei social media per 4 motivi principali:

  • sono divertenti (20%)
  • sono informativi (17%)
  • sono utili a qualcuno che conosciamo (15%)
  • riflettono ciò che l’utente pensa e in cui si può rispecchiare (13%)

Fai leva su uno (o più) di questi obbiettivi, e i tuoi contenuti avranno il passaparola che meritano.

Ma ricorda: un grande contenuto web non si conclude mai senza una call to action: a fine articolo, il lettore che ha apprezzato il tuo post è quasi sempre pronto a compiere un’azione… non sprecare questa opportunità!

Conclusione

Via mobile, l’utente ha l’opportunità di consumare i suoi contenuti preferiti quando e dove vuole.

La sfida per la sua attenzione si fa più agguerrita, ma credo che il sistema per vincerla sia sempre lo stesso da decine di anni: dare valore al suo tempo e alla sua esperienza.

Insomma divertilo, informalo, stupiscilo, aiutalo, e ti leggerà in qualsiasi supporto. 

Fammi sapere la tua!

Blogging è condivisione, ascolto e scambio di idee. Vuoi aggiungere un osservazione? Vuoi farmi qualche domanda? Dimmi cosa ne pensi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *