Email Marketing: la checklist per evitare gli errori più comuni

Email Marketing: la checklist per evitare gli errori più comuni

Un link sbagliato, il test della versione mobile approssimativo o caduto nel dimenticatoio… basta una piccola distrazione per sprecare risorse e tempo in una campagna di email marketing.

E fidatevi, ne so qualcosa. Brucia ancora quando ricordo, in uno dei miei primi invii, feci l’imperdonabile errore di sbagliare il link della CTA. 3.000 invii sprecati, zero valore per l’utente (chi ha cliccato è andava in una pagina non pertinente al copy dell’email), e un bel cazziatone del mio capo.

Ad aumentare il senso di frustrazione ricordo ancora che l’open rate il click through rate di quell’invio fu molto più alto rispetto alla media. Ovviamente dati positivi del tutto inutili.

Da quel giorno ho capito una cosa: dovevo dotarmi di una procedura per l’editing che mi consentisse di eliminare sul nascere ogni possibilità di errore, una checklist da seguire prima di ogni invio.

Perché hai bisogno di una checklist di controllo prima di inviare una email?

Le email in formato html ti permettono di inviare, più che delle semplici email: delle vere e proprie landing page all’interno della casella di posta elettronica della tua lista.

Sono belle, ricche di funzioni, mobile friendly e più persuasive rispetto ad un’email testuale. Ma, per questo, anche più complesse.

E più uno strumento è complesso, più aumenta la necessità di affidarsi ad una procedura che ti protegga da errori di distrazione che sono sempre dietro l’angolo.

La procedura a cui mi riferisco prenderà le sembianze di una checklist, quindi una banale lista della spesa, da usare prima di premere il tasto invio.

Ti permetterà di lavorare così in tranquillità, senza la paura di aver commesso errori.  Inoltre sarà in grado di alzare la qualità delle tue email.

Spero la troverai utile almeno quanto tutte le volte mi ha salvato da distrazioni e altri normali errori umani.

Checklist pre-invio campagne email

Controllo del testo

1. Controlla gli errori grammaticali
2. Controlla i refusi
3. Controlla la punteggiatura, per aumentare la scorrevolezza

Controllo della grafica

1. Controlla peso delle immagini
2. Controlla la responsività su dispositivi mobile
3. Controlla il codice sorgente (elimina eventuali errori html creati dal builder)
4. Ci sono paragrafi e spazi bianchi a sufficienza per aumentare leggibilità?
5. La formattazione: può essere migliorata?

Controllo dell’efficacia

1. Controlla l’esattezza dei link nei testi e nelle immagini
2. Hai settati gli alt-text delle immagini? Se no, fallo
3. Controlla l’oggetto. Si può fare di meglio? Creane altri 3 e scegli quello che secondo te può essere più efficace
4. Controlla l’esattezza del mittente/lista
5. Controlla orario e giorno di invio
6. Controlla se la lista ha ricevuto, da poco, altri invii

Trucco per gli utilizzatori di Trello

Siete dei “Trellisti”? Ho una dritta per voi. Create una board o una lista in cui raccogliete template e procedure per l’email marketing:

  • create una card intitolata “Procedura di controllo pre-invio”
  • aggiungete una checklist
  • seleziona e incolla la checklist di questo post e incollala sul primo campo della checklist di Trello

Come per magia, il buon Trello, vi creerà la checklist pronta per essere utilizzata ogni volta che vuoi.

Buon lavoro!

Questo post ti è piaciuto? Iscriviti alla newsletter di MoltoContent e rimani sempre aggiornato su ogni uscita del blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *